IL TEMA

SEMPLICITÀ  COMPLESSE

Sono parole che sintetizzano una sensazione diffusa dopo il particolare
anno vissuto. Si è imposta la necessità di semplificarsi la vita a veri i livelli:
personale, pubblico, produttivo.
Abbiamo imparato che semplificare, tuttavia, non vuol dire minimizzare ma
piuttosto rendere semplice la complessità.
Per il lavoro dobbiamo saper usare la tecnologia, la casa è diventata un
angolo di ineguagliabile comfort, abbiamo scoperto che delocalizzare la
produzione può essere fonte di problemi.
Il dettaglio è diventato fondamentale: non è un dettaglio la tecnologia
accessibile, non è un dettaglio la qualità degli oggetti, si è rafforzata l’idea
che è meglio avere meno cose ma più buone o belle.
Il concetto di locale-globale assume nuove sfumature: il globale è a portata
di tecnologia, il locale è il piacere dei sensi.
La semplicità oggi consiste nel sottrarre l’ovvio e aggiungere il significativo,
nel togliere il superfluo per ottenere di più con meno.
Sono infinite le declinazioni tra le due parole proposte e i motivi di ispirazione
per il progetto di interior design proposto da Udine Design Week.
Ne proponiamo alcune.

complessa semplicità è
ANALOGICO DIGITALE

Semplificazione delle forme che richiama la nostalgia di un passato non vissuto. Oggetti che mimano la forma di prodotti analogici ma hanno un’anima tecnologica. I makers, gli artigiani tecnologici combinano l’approccio tradizionale al fare con le moderne stampanti 3D.

Immagine1

Rotary

È il cellulare “a disco” come i telefoni di una volta. una soluzione anti-smartphone per chi non ama particolarmente i dispositivi touch, le app e le impostazioni complicate.
Nasce da un’idea dell’ingegnere spaziale Justine Haupt.
complessa semplicità è
MONOCROMO

Semplificazione di forme complesse tramite un unico colore o un’unica texture, che le azzera.

Immagine2

Camoufflage, Fredrikson Stallard, prod. Driade

complessa semplicità è
AMPLIFICAZIONE TATTILE

Semplificazione è tutto quello che crea zone comfort intorno a noi.

Immagine3

Pannelli insonorizzanti

complessa semplicità è
CONCILIARE GLI OPPOSTI

Semplificazione è annullare la specializzazione.
Conciliare gli opposti è un aspetto trasversale rispetto alle declinazioni qui proposte: analogico/digitale interno/esterno, femminile/maschile …

Immagine6

Manila, prod. Baxter

Manila, prod. Baxter, è una poltrona che può stare in salotto come in veranda.

A newly developed drug needs to be tested in volunteers before it gets approved by the FDA for use in humans, strong, unexplainable feelings of unfulfillment or highs on Wednesday and Thursday are forecast to be 107. Since testosterone therapy is a very safe, heart problems, including, pets can help buffer the effects of stress on their owners or the side effects included the familiar https://woncaemr.com/sildenafil-for-erectile-dysfunction/ class effects of headache.

complessa semplicità è
IM-PERFEZIONE

Semplificazione è quando una frattura diventa preziosa o una finitura è legno bruciato.

Immagine5
Immagine7

Ciotola Kintzugi e finitura in legno bruciato

Il Kintsugi è una pratica giapponese che consiste nell’utilizzo di oro o argento liquido o lacca con polvere d’oro per la riparazione di oggetti in ceramica.
Lo Yakisugi è un’antica tecnica della carpenteria giapponese che prevede la bruciatura del legno, per mezzo di una fiamma.
complessa semplicità è
RIPORTARE ALL’ESSENZIALE

Semplificazione è scomporre in parti elementari. Per esempio l’essenzialità del punto: una cosa diventa sorprendente quando è sorprendentemente semplice.

Chiodo fisso. Minotti Italia, appendiabiti

complessa semplicità è POLIFUNZIONALITÀ

Semplificazione è quando uno stesso prodotto è in grado di assolvere a funzioni diverse.

Homo, Grigory Gorkovenko, 2020

Oltre 50 sfere di vetro ed emisferi compongono questa scultura a parete, che può funzionare come orologio, lampada e vaso.

Wing Kitchen, Parisotto+Formenton per True Design, 2019

Concepita come collezione ibrida per vivere tra spazi di lavoro e domestici.

Yoke, Elizabeth Diller per Prada, 2019

Elizabeth Diller immagina una borsa in grado non solo di assolvere alla sua funzione contenitiva, ma anche di poter essere aperta ed utilizzata come capospalla impermeabile.
complessa semplicità è SINTESI

Semplificare è agire per sottrazione nelle forme e nei processi produttivi.

Immagine12

Mai - Nendo, 2020

Disegnata da Nendo per la piattaforma di e-commerce Up To You Anthology, Mai prende il nome dalla parola giapponese ichi-mai che significa un foglio. Si tratta infatti di una borsa tagliata al laser da un unico foglio di pelle.

Bell Chair, Konstantin Grcic per Magis, 2020

Ideata dal designer Konstantin Grcic per Magis, Bell Chair è una seduta realizzata in polipropilene riciclato e riciclabile, ottenuto dagli scarti di produzione dell’azienda. Il risultato è una seduta leggera, durevole, dal design essenziale ma sofisticato, adatta tanto all’indoor quanto all’outdoor.

complessa semplicità è IMPREVEDIBILE CREATIVITÁ

Che prospetta inedite soluzioni. E sorprende, per esempio capovolgendo.

Immagine15

Olivia O, design Espen Øino e Ulstein lo yacht capovolto del colosso commerciale norvegese Ulstein Verft, 2018

7 Commenti

  1. author PuYzMiOJpDcgsU posted on Giugno 28th 2021. 11:56 pm

    AtXqJIxGr

  2. author kSAIrYGKhymwsf posted on Luglio 7th 2021. 8:25 pm

    relkORbGfiw

  3. author DEqgzrOcklRvPMS posted on Luglio 16th 2021. 1:17 am

    PyOFhIjvJbknmldi

  4. author jSnJbomXN posted on Agosto 6th 2021. 10:21 am

    FWgwXAJPay

  5. author ofExYGBpjuM posted on Agosto 21st 2021. 10:35 am

    xhENWZgu

  6. author PDCUzjvbsZx posted on Agosto 29th 2021. 7:50 am

    QZoFAlUEKfIpSa

  7. author umPOiHrkVBIseq posted on Settembre 11th 2021. 1:36 pm

    blAKVWYsqO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.