Incontri

Design e Sostenibilità
Incontri, marzo 09
++ EVENTO RINVIATO AL 6 APRILE ++

Palazzo Torriani
Largo Carlo Melzi, 2
Secondo piano
Convegno del gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Udine in collaborazione con Unicorn Trainers Club
18.00-20.00

Moroso, una storia industriale friulana. 1952-2005
Incontri, marzo 08
++ EVENTO RINVIATO AL 15 MARZO ++

SpazioTre
Viale Palmanova, 187
Anna A. Lombardi presenta la nuova mostra del Museo del Design del Friuli Venezia Giulia.
Interviene Patrizia Moroso
18.00-20.00

Conversazioni: Davide Boeri, Diesse Finiture, conversa con Elisabetta Bruni e Mara Marton
Incontri, marzo 06

ArtePoli
Via del Gelso, 7/A
Conversazione con:
Davide Boeri, Diesse Finiture, conversa con Elisabetta Bruni e Mara Marton
16.00-17.00

Davide Boeri, amministratore delegato di Diesse Finiture, conversa con le architette Elisabetta Bruni e Mara Marton sul loro progetto Artificial skin, vetrina di Arte Poli realizzata per Window Shopping Contest: una installazione in cui il metallo, levigato e scolpito con maestria, viene associato metaforicamente alla nostra pelle.

Artificial skin: Il metallo viene levigato, la sua superficie è lisciata, lucidata e resa omogenea. Vengono limate imperfezioni quasi impercettibili, se ne scolpiscono i dettagli con maestria. Anche la pelle, il nostro involucro naturale di contatto con il mondo, si può levigare per restituire al tatto una delicatezza priva di impurità. I dettagli conferiscono valore alle cose e ne elevano la qualità. Oltre all’estetica, è anche una questione di ricerca, della volontà di tendere verso ciò che è migliore.

Conversazioni: Alberto De Cecco, SteelJobs, conversa con Ilenia Boer e Stefano Bertacco
Incontri, marzo 06

Caffè Biquadro Grosmi
Piazza G. Marconi, 7/C
Conversazione con Alberto De Cecco, SteelJobs, conversa con Ilenia Boer e Stefano Bertacco
12.30-13.30

Gli architetti Ilenia Boer e Stefano Bertacco, insieme ad Alberto De Cecco di Steeljobs, raccontano com’è nato il progetto Brass, realizzato al Caffè Biquadro Grosmi per Window Shopping Contest. Brass evoca il ramo e i chicchi della pianta di caffè, i quali diventano un vero e proprio oggetto di design con la funzione di contenitore.

Natura ed artificio, due emisferi concettualmente lontani, ma metaforicamente vicini. La forma è l’elemento di connessione. Brass evoca il ramo e i chicchi della pianta di caffè. Il chicco diventa un vero e proprio oggetto di design, con la funzione di contenitore. Natura intesa come un raccoglitore di idee prezioso per l’uomo, a cui spetta coglierne e sfruttarne la bellezza e la potenza: Brass diviene il manifesto dell’esasperazione della forma naturale.

Ilenia Boer (1993) ha conseguito la laurea magistrale in architettura all’Università Vanvitelli di Napoli. Ha svolto un tirocinio presso le Gallerie del Progetto di Udine e collaborato con SI Architects a Madrid durante il programma Erasmus. Attualmente è tirocinante presso lo Studio Damiani.

Stefano Bertacco, neoarchitetto, ha conseguito la laurea magistrale allo IUAV di Venezia. A Saragozza, con il programma Erasmus, ha potuto sperimentare la progettazione in ogni sua fase, dal concept inziale allo sviluppo del dettaglio costruttivo.

L’azienda Steeljobs è specializzata nella lavorazione dei metalli da tubo, lamiera e piatto come acciaio, alluminio, inox e ottone. Offre un servizio che va dalla realizzazione di pezzi singoli alle campionature fino alla serie medio grande. Le tecnologie utilizzate permettono un gran numero di lavorazioni: taglio laser, piegatura, saldatura, calandratura, assemblaggio, curvatura tubi, tornitura, troncatura manuale e automatica e cesoiatura per ferro fino a 3mm.

Rigenerare la città e il territorio – Meeting
Incontri, marzo 05
++EVENTO RINVIATO A DATA DA DESTINARSI ++

SpazioTre
Viale Palmanova, 187
Christina Conti, Giovanni La Varra, Linda Roveredo, Ambra Pecile
A cura di Cantiere Friuli, Università degli Studi di Udine
19.00-20.00

Conversazioni: Alessandro Vrech, Marmi Vrech, conversa con Teresa Sambrotta e Nicola Tessaro
Incontri, marzo 05

Tendaggisti Barison
Via Aquileia, 57/A
Conversazione con … Alessandro Vrech, Marmi Vrech, conversa con Teresa Sambrotta e Nicola Tessaro
17.00-18.00

Alessandro Vrech, dell’azienda Marmi Vrech, conversa con i giovani architetti Teresa Sambrotta e Nicola Tessaro riguardo al loro progetto Trame d’acqua, realizzato per Window Shopping Contest nella vetrina di Tendaggisti Barison. L’installazione consiste in un separé inclinato composto da lastre in marmo e pannelli rivestiti in tessuto, in cui si verifica uno scambio reciproco di essenze tra i materiali.

Trame d’acqua: L’elemento progettato consiste in un separé inclinato – richiamo al Mose di Venezia – composto da lastre in marmo e pannelli rivestiti in tessuto. I due materiali plasmano il tema di Udine Design Week 2020: il primo deriva dalla natura; il secondo è materia finita, artificiale. Le peculiarità che li caratterizzano, contrastanti nella composizione fisica, ma comuni per le infinità di striature-tessiture, sono state la chiave con cui si è cercato di far assumere all’uno le sembianze dell’altro, in uno scambio reciproco di essenze, dove l’acqua si presenta artificiosa con le texture utilizzate.

Teresa Sambrotta frequenta l’ultimo anno della Laurea Magistrale in Architettura presso l’Università di Udine. Ha partecipato a workshop, seminari e progetti Erasmus.

Nicola Tessaro (1997) ha frequentato l’Università di Mòron a Buenos Aires conseguendo la laurea triennale in Scienze dell’Architettura a Udine.

In quasi sessant’anni sul mercato, l’azienda Marmi Vrech ha mantenuto e sviluppato, attraverso due generazioni, la vocazione per l’alta qualità e un approccio basato sulla ricerca continua dell’eccellenza. Esperienza, organizzazione, creatività e puntualità sono i punti di forza con cui viene affrontato ogni progetto, in qualsiasi parte del mondo, che si tratti di una nave da crociera o di un grande hotel di lusso, sempre con lo stesso rigore metodologico in termini di design e flessibilità richiesta nella fase di attuazione, nel pieno rispetto dei tempi di consegna