controcanto

Udine Design Week

CONTROCANTO

Elisabetta Bruni
Mara Marton

Piazza G. Venerio

Melodia secondaria che si sovrappone a quella principale

Silenzio. Il tempo si dilata, la piazza si svuota, spazio di riflessione in cui il singolo si ferma.
Palazzo Savorgnan riemerge grazie ad una planimetria dalla sintetica trama nera che si estende sulla piazza. Timidamente questa maglia secondaria si sovrappone alla griglia principale e documenta le mura dell’antica dimora, frammento di storia della città.

Controcanto rievoca questo passato nucleo architettonico, riafferma il tema dell’abitazione e lo traduce in dispositivo comunicativo. L’opera si fa simbolo di riappropriazione spaziale, un tentativo di decifrare e riaffermare la presenza dell’antichità sopita.
La casa diventa luce, partizioni in policarbonato dalle cromie accese assecondano l’intensità luminosa in una costante permeabilità percettiva che sembra dissolverne la struttura.
La casa diventa gioco, spazio loggiato, attraversabile, tangibile.
La casa diventa Totem.

Scopri dove sono i Quick Response Codes in città e li potrai vedere dal vivo.
La tecnologia ci allontana, la tecnologia ci avvicina
Udine Design Week
Udine Design Week